Concerto Primo Maggio 2009: che concertone!!!

Come ogni anno il Primo Maggio seguo il Concerto del Primo Maggio. 🙂

Potrei andare al mare o fare una passeggiata, ma, guardando la mia isola che si popola di facce, nuove e meno nuove, che per tre giorni violentano la sua tranquillità d’altri tempi che tanto amo, preferisco chiudermi in casa e riprendere da dove ho lasciato.

Post nel Post: “Viaggiare leggeri e fuori stagione: questo per me è lusso estremo

Tornando a noi… leggo i nomi e già mi emoziono: quest’anno c’è davvero tanta bella gente al Concertone, persone che lavorano duramente da anni. Penso a quando andavo ai miei primi concerti e scoprivo i gruppi emergenti che suonavano nel pomeriggio e ora li vedo suonare in prima serata… quasi mi commuovo…

Seguirò dunque con emozione:

Enzo Avitabile con i Bottari di Portico

P.S. Il Sound Engineer è Albino D’Amato.

55agency_primo_maggio_avitabile

Afterhours con Cristiano Godano dei Marlene Kuntz

Motel Connection

Casinò Royale


e ancora i Malfunk, Cisco ex Modena City Ramblers, Peppe Voltarelli ex Parto delle Nuvole Pesanti, Paolo Fresu, Edoardo Bennato, Bandabardò, Cesare Basile, Caparezza, Marta sui Tubi, Nomadi,  Marina Rei, Paola Turci,  Pfm, Mauro Pagani, Asian Dub Foundation, Irene Fornaciari, Tamburellisti della Notte della Taranta, Blue Noise e Robben Ford, Alessandro Mannarino, Smoke, Gnu Quartet, Dente, Roberto Angelini, Paolo Benvenue e Beatrice Antolini. E naturalmente Vasco!

Tomorrow in the afternoon I’ll watch on tv the Primo Maggio Concert in Rome.

I could go to the beach or take a walk, but looking at my island that is populated by faces, new and less new, which for three days rape her tranquility of another era (that I love so much), I prefer to shut in and resume from where I left.

Post in the Post: “Travel light and off-season for me is extreme luxury”

Coming back to us … I read the names and I already exciting: plays really nice people, people who worked hard for years. I remember when I went to my first concerts and discovered the emerging groups that played in the afternoon and now I see them play in prime time

So tomorrow will play: Enzo Avitabile con i Bottari di Portico (the Sound Engineer is Albino D’Amato), Afterhours with Cristiano Godano of Marlene Kuntz, Motel Connection, Casinò Royale, Malfunk, Cisco ex Modena City Ramblers, Peppe Voltarelli ex Parto delle Nuvole Pesanti, Paolo Fresu, Edoardo Bennato, Bandabardò, Cesare Basile, Caparezza, Marta sui Tubi, Nomadi,  Marina Rei, Paola Turci,  Pfm, Mauro Pagani, Asian Dub Foundation, Irene Fornaciari, Tamburellisti della Notte della Taranta, Blue Noise e Robben Ford, Alessandro Mannarino, Smoke, Gnu Quartet, Dente, Roberto Angelini, Paolo Benvenue e Beatrice Antolini. And Vasco Rossi!

Annunci

Il limite sottile

Un potente stregone, con l’intento di distruggere un regno, versò una pozione magica nel pozzo dove bevevano tutti i sudditi.

Chiunque avesse toccato quell’acqua, sarebbe diventato matto.
Il mattino seguente, l’intera popolazione andò al pozzo per bere.

Tutti impazzirono, tranne il re, che possedeva un pozzo privato per sè e per la famiglia, al quale lo stregone non era riuscito ad arrivare.

Preoccupato, il sovrano tentò di esercitare la propria autorità sulla popolazione, promulgando una serie di leggi per la sicurezza e la salute pubblica.

I poliziotti e gli ispettori, che avevano bevuto l’acqua avvelenata, trovarono assurde le decisioni reali e decisero di non rispettarle.
Quando gli abitanti del regno appresero il testo dei decreti, si convinsero che il sovrano fosse impazzito, e che pertanto ordinasse cose prive di senso. Urlando, si recarono al castello, chiedendo l’abdicazione.

Disperato il re si dichiarò pronto a lasciare il trono, ma la regina glielo impedì, suggerendogli: “Andiamo alla fonte e beviamo quell’acqua. In tal modo, saremo uguali a loro”.

E così fecero: il re e la regina bevvero l’acqua della follia e presero immediatamente a dire cose prive di senso.

Nel frattempo, i sudditi si pentirono: adesso che il re dimostrava tanta saggezza, perchè non consentirgli di continuare a governare?
La calma regnò nuovamente nel paese, anche se i suoi abitanti si comportavano in maniera del tutto diversa dai loro vicini.

E così il re potè governare sino alla fine dei suoi giorni.

Paolo Coelho da Veronica decide di morire

Regalo di Natale: l’amore è la risposta a molte cose!

Per tutti voi che seguite questo blog. Voi che siete sensibili, romantici, sognatori e innamorati.

Per chi già conosce questo brano e ascoltandolo sorriderà e per chi non lo conosce ancora…

For everybody that reads my blog, I’m shure you’re romantic, a dreamer and folled in love. This is for you. I’m sorry if you dont speak Italian and you dont understand the words: try to understand the music and it’s feeling.

Domenica mattina e pillole di felicita’

E’ domenica mattina, e la passo nel mio modo preferito: un bel cappuccino fumante, il mio plaid, il divano, un caldo raggio di sole che fa capolino tra gli alberi di fronte alla finestra aperta per sentire l’aria pungente di ottobre e l’ultimo numero di Glamour.

Tra gli articoli c’e’ un piccolo elenco di lezioni filosofiche che inizialmente volevo saltare, ma, in genere, la rivista la leggo dalla prima all’ultima pagina e allora… resto felicemente colpita e vi riporto alcuni concetti semplici ma efficaci. A me hanno fatto bene, spero lo stesso per voi.

1) Se ti sfugge la felicita’ – Tutti la cercano ma pochi la trovano, forse non sappiamo cosa cercare? Molto semplicemente siamo felici quando facciamo cio’ che ha senso per noi. Esempio: la vera felicita’ dell’artista e’ nel dipingere, non nel vendere i quadri.

2) Se non ti piace come sei – Non capisco la rigidita’ dell’ideale estetico che domina i nostri tempi, ma sembra accettato da tutti all’unanimita’. Per me e’ bello cio’ che mi trasmette una enegia positiva. E’ bello chi assomiglia a se stesso, sa esprimere la propria autenticita’. Belle sono le persone vere. E vi assicuro che e’ piu’ semplice assomigliare agli altri che tendere a se stessi.

Riflettete…

Neapolis Festival 2008

Ricordo quando ci ho lavorato e forse per questo il Neapolis Festival (che ai miei tempi era il Neapolis Rock Festival) (tanto per non dimenticare le origini)mi è sempre così caro (come anche il Pistoia Blues).

Così dopo quasi 8 anni (:-o) mi è capitato di tornare, in veste di spettatrice con il mio AL, questa volta, a seguire il festival per una serata, gentilmente ospiti.

E’ stato un bel regalo di onomastico, tanto per rimanere in tema con il post precedente.

Come al solito siamo arrivati tardi… e ci siamo persi i Baustelle… e ci sono rimasta male… perchè l’ultimo disco mi è piaciuto e volevo vederli live.

L’elegante performance degli Elii ha lasciato tutti a mani alzate al ritmo di ‘un ballo sincero… pippero pippero’… e sono sempre dei grandi professionisti! divertentissimi e puliti!

Poi hanno suonato i Bluvertigo e devo dire che Morgan l’X factor ce l’ha, però non tiravano molto.

Scusate… ma per me il concerto rock significa vedere che le masse si alzano da terra, la gente che si muove come se fosse un’onda, sentire i bassi nello stomaco, che la tua energia si fonde con tutto il pubblico, che alla fine ti senti distrutto… ma estremamente felice.

Comunque i siamo divertiti tanto anhe con il TukoStand e i gadget pop che hanno attirato anche Andy dopo il concerto.

Ciao!

Frigo rotto, gelato che fuma

Il 30 maggio il mio frigo, dopo un anno e mezzo in nostra compagnia, ha deciso di andare in pensione: latte e acqua semi-tiepidi.

E’ stato gentile a pensarci ora perchè è ancora in garanzia.

Ieri ho preso un giorno libero per stare in totale vacanza con il mio AL (il luogo dove vivo mi permette questi break, beh! qualche vantaggio lo devo pur avere a vivere su un’isola, no?).

Così ho chiamato il numero verde (più volte) (qualche euro al minuto) che dopo circa un mese ha mandato il tecnico che ha annunciato che lo avrebbero sostituito con uno nuovo (dice dopo due settimane arriverà) (dubito).

La bellissima giornata di Luglio ci ha ispirato ad andare in una suggestiva baia, forse un po’ affollata, ma sicuramente d’impatto. Naturalmente il telefono non aveva campo… ma quando sei in vacanza… quanto te ne può importare?

Comunque per non essere lunga lunga, che sicuramente avete da fare e forse state leggendo mentre il telefono squilla o un cliente martella… sempre ieri mentre il telefono non prendeva mi ha chiamato il tecnico (alle 17,44) (orario d’ufficio?) per sostituire il frigo l’indomani (dopo esattamente due settimane) (non ci credo!?!) e non essendo riuscito a contattarmi non mi ha inserito nella lista dei suoi appuntamenti per quel giorno! (questo è uno svantaggio dell’isola, vedete, essi sono in agguato!)

Dovrò aspettare la prossima settimana, e se non si rompono molti frigoriferi sull’isola rischio addirittura di riceverlo a Settembre.

Siete dunque avvisati voi tutti che in Agosto sarete da me! Se non mi portano il frigo rassegnatevi all’acqua tepida e colazione al bar!

Ciaoooo…..